PATOLOGIE ANDROLOGICHE

Altri disturbi dell’eiaculazione

Eiaculazione ritardata ed Aneiaculazione

L’eiaculazione ritardata o la mancata eiaculazione durante il rapporto sessuale può essere definita come l’inibizione del riflesso eiacuolatorio, anche in presenza di una normale erezione e desiderio sessuale.

CAUSE
Questo disturbo sessuale, oltre alla natura organica o psichica, rappresenta spesso la conseguenza di una inadeguata stimolazione psicologica e fisica, per la mancanza di preliminari e per l’assenza delle fantasie erotiche.

CAUSE ORGANICHE

  • Malattie del sistema nervoso
    lesioni neurologiche del centro dell’eiaculazione, morbo di Parkinson, farmaci antiipertensivi, alcol, droghe psicolettiche, barbiturici, tioridazina e bloccanti gangliari.
  • Alterazioni ormonali
    come riduzione del testosterone, iperprolattinemia
  • Ostruzioni da stenosi dei dotti eiaculatori
    per esiti da traumi, o per Iperplasia Prostatica Benigna

CAUSE PSICOSESSUOLOGICHE

TERAPIA
Consiste nella risoluzione della patologia di base e/o nella terapia comportamentale sessuologica.

Eiaculazione retrograda

Disturbo sessuale, generalmente secondario, caratterizzato dall’ eiaculazione in vescica: il paziente avverte le contrazioni eiaculatorie e prova l’orgasmo (detto ‘asciutto’), ma non vede la fuoriuscita di liquido seminale.

CAUSE
È di fatto sempre su base organica (complicanza inevitabile di alcuni interventi addominali, o su prostata e vescica; o conseguenza di farmaci, di una neuropatia diabetica).

DIAGNOSI
Si basa sulla dimostrazione di spermatozoi nelle urine ottenute dopo masturbazione.

TERAPIA
Qualora possibile, è medica.

Altri disturbi dell’Eiaculazione

TORNA INDIETRO